Macchine e Sistemi

Marcatura a getto d’inchiostro

Vai ai prodotti

I sistemi di marcatura e codifica a getto d’inchiostro consentono di stampare sulla superficie del prodotto senza che ci sia contatto con lo stesso. Sono suddivisi in differenti categorie in funzione della tecnologia utilizzata.

Codificatori a getto d’inchiostro continuo deflesso piccolo e micro carattere – HITACHI

Sono caratterizzati da una testa di stampa in cui l’inchiostro viene fatto circolare in modo continuativo. In prossimità dell’unico ugello l’inchiostro prende forma di goccia che viene deflessa verso il punto di stampa. Una moltitudine di queste piccolissime gocce opportunamente deflesse verso il punto di stampa compongono testi (fino a 4 righe), grafica, codici a barre, codici 2D ad una velocità impressionante.
I modelli disponibili coprono ogni esigenza : “entry-level” per applicazioni di base e grande economia d’esercizio, “base” configurabile con opportuni upgrade alle specifiche esigenze, “alta velocità” per esigenze produttive molto elevate e per “inchiostro pigmentato“.
Gli inchiostri disponibili coprono ogni tipo di esigenza e permettono la marcatura di un gran numero di materiali.

Marcatori a getto d’inchiostro D.O.D. ( Drop On Demand ) - MATTHEWS-SwedotAB
La testa di stampa è dotata di un numero fisso di ugelli disposti in senso verticale. Ogni ugello è dotato di microvalvola che a comando lascia passare una goccia di inchiostro. La pressione presente nel circuito dell’inchiostro fa si che la goccia generata venga letteralmente “sparata” sul prodotto generando un punto di stampa. Al passaggio del prodotto l’emissione di molte gocce sincronizzate forma il testo di stampa.
I marcatori MATTHEWS-SwedotAB sono disponibili in una varietà di configurazioni in funzione delle teste di stampa utilizzate e delle performance che si voglio ottenere.
Gli inchiostri per questa macchina consentono di soddisfare ogni tipo di esigenza applicativa e sono adatti per ogni tipo di materiale.

Marcatori a getto d’inchiostro alta definizione – MATTHEW INT.
La testa di stampa è costituita da una grande quantità di ugelli opportunamente organizzati e di dimensioni piccolissime ricavati all’interno di un cristallo piezoelettrico. L’inchiostro non è in pressione e l’emissione della goccia di inchiostro avviene a comando per  compressione del cristallo piezoelettrico.
Questa tecnologia consente dei punti di stampa molto piccoli e molto densi condizione ideale per la marcatura di codici a barre, testi e grafica su cartoni o altri materiali porosi, mantenendo i costi d’esercizio ad un livello particolarmente basso.

Marcatori a getto d’inchiostro alta risoluzione - LIMITRONIC
La tecnologia è simile al marcatore ad alta definizione visto prima e di cui mantiene lo stesso principio, ma la quantità di punti è ancora più elevata e in 70 mm. di altezza, disponibili per ogni testa di stampa, abbiamo una  risoluzione prossima ai 200 dpi.  La qualità di stampa è a livello fotografico. La flessibilità della configurazione prevede fino a 4 teste di stampa, ciascuna indipendente dalle altre nel formato di stampa e nella gestione. In pratica le teste di stampa possono essere abbinate a linee di produzione differenti e possono personalizzare in tempo reale gli imballi neutri con le informazioni specifiche per ciascuna linea. Non servono più costosi stock di cartoni da imballo prestampati.
La versione a 4 colori, unica nel suo genere, apre nuovi orizzonti nell’ambito della marcatura industriale essendo una macchina dai costi di manutenzione irrisori, una qualità di stampa fotografica e di facile gestione per il potente software integrato.

Marcatura laser ed incisione

Vai ai prodotti

Questa marcatura laser industriale è indelebile ed ad alta definizione. Essa si caratterizza per il fatto che l’informazione marcata è permanente e non si può eliminare. Infatti utilizzando marcatori laser la superficie che riceve la marcatura viene incisa o abrasa e quindi risulta fisicamente modificata in modo permanente.

Marcatori laser

La struttura di un sistema di marcatura laser è costituita da una sorgente laser che genera un raggio di opportuna lunghezza d’onda, da un sistemi di specchi per direzionare il raggio ed una lente finale di messa a fuoco per indirizzarlo in modo corretto sul punto di marcatura. 
Sono classificati in 2 famiglie in funzione del tipo di emissione : CO2 per marcare plastica, vetro, carta, legno e in genere tutti i materiali non metallici e Yag per il metallo.
Il vantaggio più evidente della marcatura laser è che non sono da sostenere i costi per i materiali di consumo come inchiostri o solventi inoltre la marcatura avviene senza contatto con il prodotto e può sostenere un’elevata produttività.

Marcatori a micro percussione
Un micro punzone di notevole durezza, 50 Rockwell e oltre, messo in forte vibrazione e guidato, tramite una movimentazione a 2 assi,  sulla superficie da marcare, riproduce per incisione la marcatura richiesta. Questo tipo di marcatura si applica a materiali duri tipicamente il metallo o plastiche consistenti ed è utilizzata per stampare in modo permanente su particolari meccanici, ricambi o simili informazioni utili per la loro tracciabilità.

Marcatori per abrasione
Il principio di funzionamento si basa sulle capacità abrasive di un particolare tipo di sabbia che sotto pressione, venga a contatto di superfici quali il vetro o metallo. L’effetto visibile è che la sabbia nel punto di contatto lascia un segno indelebile. Una mascherina in gomma speciale opportunamente sagomata permette di lasciare scoperta all’azione della sabbia sotto pressione, solo la porzione di superficie con la forma o il testa da riprodurre ottenendo la marcatura desiderata. Bisogna considerare la necessità di fare una nuova mascherina ogni volta ci siano da cambiare le informazioni da stampare.

Marcatura a inchiostro a contatto

Vai ai prodotti

Questo tipo di marcatura è di concezione molto semplice ed utilizza un tampone di stampa o simile che preventivamente inchiostrato viene portato a contatto della superficie da marcare. Il tampone di stampa o, di solito una, ruota in gomma, riportano preincise sulla propria superficie le informazioni di stampa che al momento del contatto vengono trasferite e stampate sul prodotto.

Marcatori rotativi

Questi sistemi di marcatura sono predisposti per la stampa in continuo di un unico testo o logo grafico ripetuto continuamente su tubi, cavi elettrici, film plastici o simili. La ruota portacaratteri è predisposta per accogliere le strisce di gomma speciale di lunghezza fissa, su cui sono incisi in bassorilievo i caratteri di stampa o il logo grafico da riprodurre. Il prodotto da marcare, con cui la ruota porta caratteri viene messa a contatto, provvede con il proprio avanzamento a metterla in rotazione ottenendo la ripetizione della marcatura.
Le differenti dimensioni in circonferenza e larghezza della ruota portacaratteri stabiliscono le dimensioni utili dell’area di stampa e quindi delle informazioni riproducibili.

Marcatori a timbratura
E’ il sistema di marcatura per timbratura, dove un piastrino che possiamo assimilare realmente ad un timbro, con un movimento alternato dei leveraggi viene prima inchiostrato e quindi portato a contatto del prodotto da marcare. Il piastrino è predisposto per alloggiare dei caratteri in gomma speciali con i quali comporre il testo da stampare. E’ un sistema estremamente semplice e poco costoso ideale per marcare date di scadenza e lotti.

Marcatori a tampografia
Sistemi di marcatura tampografici che si basano su di un tampone in silicone ed un clichè preventivamente foto inciso con le informazioni e/o forme da stampare. Nel il ciclo di stampa viene inchiostrato il clichè quindi il tampone viene prima portato a contatto dello stesso e successivamente del prodotto trasferendo definitivamente su di esso la marcatura richiesta.
Ideale per la marcatura di codici colore per il controllo della qualità dei pneumatici si integra facilmente alla linea di produzione.

Marcatori a rigatura
Il principio di questo marcatore è estremamente semplice ed efficace, in quanto si basa su una rotella di metallo opportunamente calibrata che a contatto del prodotto in movimento nella sua rotazione rilascia una riga di inchiostro precisa ed omogenea.
E’ il sistema ideale per la marcatura dei pneumatici, in quanto sono disponibili inchiostri in diversi colori brillanti e resistenti alla vulcanizzazione.

Etichettatura e trasferimento termico

Vai ai prodotti

La stampa per trasferimento termico coinvolge tre elementi fondamentali : l’etichetta, il nastro di stampa a trasferimento termico e la testina di stampa. 
La testina di stampa a trasferimento termico è un semiconduttore che alloggia minuscoli elementi di stampa disposti in linea, incapsulati con un rivestimento ceramico. Il nastro a trasferimento termico è un film finissimo con un lato inchiostrato. Nel processo di stampa la testina di stampa, a contatto del lato non inchiostrato, attiva e disattiva in rapida successione gli elementi di stampa provocando la fusione istantanea dell’inchiostro sull’etichetta. Trattandosi di una tecnologia digitale, si possono stampare informazioni variabili in tempo reale, oltre a grafici e codici a barre. La tecnologia a trasferimento termico permette di stampare su un’ampia gamma di materiali con cui realizzare le etichette.

Stampanti a trasferimento termico da tavolo

Le stampanti da tavolo Datamax sono particolarmente performanti e costruite con criteri industriali. Il cabinet esterno è in metallo e la struttura interna si avvale di un’unica pressofusione in lega  a cui vengono fissati i componenti. La maggiore rigidità di questa soluzione assicura un funzionamento ottimale e duraturo senza decadimenti.
Sono disponibili modelli con larghezze di stampa dai canonici 104 mm. fino al formato A4 con risoluzioni di 200, 300, 400 e 600 dpi.
La potente elettronica di cui sono dotate permette una gestione completa ed efficace con ottime performance prestazionali e di controllo diagnostico per conoscere sempre lo stato della stampante.
Marking Products ha un’ampia disponibilità di nastri di stampa per tipologia e per colori, ed etichette in ogni formato e materiale.

Stampanti a getto d’inchiostro da tavolo a colori
La testina di stampa è a getto d’inchiostro ad alta risoluzione, predisposta con cartucce separate per ogni singolo colore. La possibilità di stampare etichette in bobina con una stampante a getto d’inchiostro a colori è un’innovazione interessante in ambito industriale e consente di personalizzare il proprio prodotto con grafica di livello fotografico senza la necessità di ricorrere alla tipografia. Le etichette vengono stampate nella quantità che serve al momento, senza necessità di scorte di magazzino e se è necessario modificarne il contenuto lo si può fare in tempo reale senza sprechi di materiale.
La costruzione in metallo e gli accorgimenti progettuali la rendono adatta agli ambienti industriali.

Applicatori di etichette
Consentono l’applicazione automatica di etichette stampate, raccolte in bobine, sul prodotto finale in una linea di confezionamento. La gamma che propone Marking Products è completa sotto ogni punto di vista perché propone una serie di modelli diversificati nella velocità di applicazione e una serie di accessori e complementi che ne consentono l’adattamento a qualsiasi situazione produttiva.

Stampanti a trasferimento termico con appl.automatico
Utilizzano la tecnologia del trasferimento termico con l’aggiunta di un tampone di applicazione che provvede ad applicare automaticamente ogni singola etichetta stampata al prodotto. La realizzazione è di livello industriale estremamente robusta e solida fatta per durare nel tempo mantenendo perfetta la qualità della stampa e la precisione di  applicazione.
L’applicatore automatico di cui è dotata è un sistema meccanico ad azionamento elettro-pneumatico che al termine della stampa di ogni singola etichetta la preleva, la trasporta e la applica sul  prodotto nel punto previsto. Questo tipo di stampante viene impiegato ad esempio per l’etichettatura di pallet, utilizzando etichette di grosso formato A5.  La varietà degli applicatori disponibili comprende modelli lineari, rotativi, rotativi veloci, balistici, per superfici curve con bracci di lunghezza standard o maggiorata.

Trasferimento termico diretto

Vai ai prodotti

Le stampanti a trasferimento termico diretto, sono una particolare categoria delle stampanti a trasferimento termico classiche. La stampa viene fatta direttamente sulla superficie del prodotto finale senza l’utilizzo di etichette.

Stampante a trasferimento termico diretto per film plastico

E’ specifica per la marcatura in tempo reale del film plastico destinato al confezionamento. Queste macchine sono costituite da un gruppo di stampa che viene posizionata sulla linea di produzione nel punto in cui scorre il film plastico e dall’elettronica di controllo.
Nel gruppo di stampa trovo posto il nastro di stampa a trasferimento termico. Durante il processo, il gruppo di stampa in modo intermittente e ad intervalli prestabiliti, abbassa la testina di stampa portandola a contatto del film plastico mente l’elettronica di controllo attiva la stampa fino al suo termine e al momento di risollevarla.
Regolando la velocità di stampa con la velocità di avanzamento del film plastico si ottiene la stampa corretta delle informazioni desiderate con la qualità e definizione proprie della stampa a trasferimento termico. Il vantaggio più evidente è che ogni modifica delle informazioni stampate si fa in tempo reale senza sospensioni della produzione.

 Stampante a trasferimento termico diretto              
La stampante Coditherm4 utilizza una tecnologia brevettata, tutta italiana, che unisce i pregi del trasferimento termico ai pregi della stampa tampografica.
Può essere considerata a tutti gli effetti una stampate tampografica digitale. La marcatura, viene in una prima fase riportata su supporto trasferitore, utilizzando la tecnologia del trasferimento termico. In una seconda fase il supporto trasferitore imprime la marcatura direttamente sul prodotto tramite tampone, con lo stesso metodo della marcatura tampografica. Tutto il processo è estremamente veloce e totalmente automatico.  I vantaggi nell’utilizzare il “trasferimento termico”   sono evidenti nella precisione e nella nitidezza della stampa ottenibile. I formati di stampa possono contenere testi con caratteri in differenti altezze, grafica e codici a barre in configurazioni anche complesse.
I dati di stampa possono essere modificati in “real-time” senza fermi macchina grazie all’elettronica di controllo per una flessibilità fino ad ora sconosciuta.   La marcatura finale, effettuata con un tampone  consente di operare sulla linea di produzione direttamente sui prodotti quali astucci, sacchi, confezioni in cartone o superfici plastiche o plastificate, legno e cuoio. Marking Products ha disponibili tamponi specifici per la superficie curva dei tubi, oltre che i nastri a trasferimento termico per marcature resistenti ad abrasioni ed ai solventi.

Photogallery